Sonetto VII

Sonetto VII (Vittoria Colonna Marino, RM aprile 1490 – Roma 25/2/1547) Qual digiuno augellin, che vede ed ode Batter l’ali alla madre intorno, quando Gli reca il nutrimento, ond’egli, amando Il cibo e quella, si rallegra e gode, E dentro al nido suo si strugge e rode Per desio di seguirla anch’ei volando, E la […]

Sonetto X

Sonetto X (Vittoria Colonna Marino, RM aprile 1490 – Roma 25/2/1547) A che miseria Amor mio stato induce, Che ’l proprio Sol ancor tenebre rende? Non pria il veggio apparir, che mi raccende Desio di riveder mia vaga luce. Quanto più gemma, ed or tra noi riluce, L’inferma vista mia più se n’offende; E se […]

Sonetto XLVI

Sonetto XLVI (Vittoria Colonna Marino, RM aprile 1490 – Roma 25/2/1547) Quando il turbato mar s’alza, e circonda Con impeto e furor ben fermo scoglio; Se saldo il trova, il procelloso orgoglio Si frange, e cade in sé medesma l’onda. Tal io, s’incontra me vien la profonda Acqua mondana irata, come soglio, Levo al ciel […]

Vai alla barra degli strumenti