A te, viva

A te, viva (Vicente Aleixandre Siviglia, Spagna 26/4/1898 – Madrid, Spagna 14/12/1984 – Premio Nobel per la letteratura 1977)                                                È toccare il cielo, porre il dito sopra un corpo umano. NOVALIS Quando contemplo il tuo corpo disteso come un fiume che non cessa mai di passare come un limpido specchio dove cantano uccelli e dà […]

Unità in lei

Unità in lei (Vicente Aleixandre Siviglia, Spagna 26/4/1898 – Madrid, Spagna 14/12/1984 – Premio Nobel per la letteratura 1977) Corpo felice che mi fluisce tra le mani, volto amato dove contemplo il mondo, dove graziosi uccelli si specchiano fuggitivi, in volo alla regione dove nulla si oblia. La tua forma esteriore, diamante o duro rubino, […]

Poesia d’amore

Poesia d’amore (Vicente Aleixandre Siviglia, Spagna 26/4/1898 – Madrid, Spagna 14/12/1984 – Premio Nobel per la letteratura 1977)    Ti amo sogno del vento obliato il polo confluisci con le mia dita nelle dolci mattine del mondo a testa in giù quando è agevole sorridere perché la pioggia è benigna    Nell’alveo di un fiume viaggiare è […]

Bambina alla finestra (Asunta)

Bambina alla finestra (Asunta) (Vicente Aleixandre Siviglia, Spagna 26/4/1898 – Madrid, Spagna 14/12/1984 – Premio Nobel per la letteratura 1977) Questa bambina ha visto crescere, premere la notte, alzarsi il giorno. La sua finestra si affaccia sul monte. Una cruna piccola, un fiore, un profumo. E al fondo l’alta sierra. Ma immediata si vede la […]

Vai alla barra degli strumenti