Mia zia Rita

Mia zia Rita…
(Silvana Lattmann n. a Napoli l’8/11/1918)

Mia zia Rita la ricordo
per il riso scrosciante
sul lungo filo delle perle al collo.
Oppure in fuga per corridoi lunghi,
nel suo palazzo, a mani alzate
chiudersi in camera per sue paure,
oppure
al centro del salotto
seduta nel gran divano a parlare,
la famiglia attorno.
In certi pomeriggi di pioggia
per me apriva ante di vecchi armadi
pesanti di noce, odorosi di canfora,
tirava fuori avanzi di abiti da ballo,
tulle, lamé, velluto;
le «pezze» da cucire i vestiti alle bambole.
Un piccolo ditale,
l’ago che stenta a entrare
l’odore di polvere. Pomeriggi di pace.

(1977)