Il razzismo

Il razzismo (Pier Paolo Pasolini Bologna 5/3/1922 – Ostia, Roma 2/11/1975) Il razzismo come cancro morale dell’uomo moderno, e che, appunto come il cancro, ha infinite forme. È l’odio che nasce dal conformismo, dal culto della istruzione, dalla prepotenza della maggioranza. È l’odio per tutto ciò che è diverso, per tutto ciò che non rientra […]

Padre nostro che sei nei Cieli

Padre nostro che sei nei Cieli (Pier Paolo Pasolini Bologna 5/3/1922 – Ostia, Roma 2/11/1975) Padre nostro che sei nei Cieli, io non sono mai stato ridicolo in tutta la vita. Ho sempre avuto negli occhi un velo d’ironia. Padre nostro che sei nei Cieli: ecco un tuo figlio che, in terra, è padre… È […]

Marilyn

Marilyn (Pier Paolo Pasolini Bologna 5/3/1922 – Ostia, Roma 2/11/1975) Del mondo antico e del mondo futuro era rimasta solo la bellezza, e tu, povera sorellina minore, quella che corre dietro ai fratelli più grandi, e ride e piange con loro, per imitarli, e si mette addosso le loro sciarpette, tocca non vista i loro […]

Vittoria

70° Anniversario dell’eccidio di Marzabotto 29/9 – 5/10/1944 Vittoria (Pier Paolo Pasolini Bologna 5/3/1922 – Ostia, Roma 2/11/1975) Dove sono le armi? io non conosco che quelle della mia ragione: e nella mia violenza non c’è posto, neanche per un ombra d’azione. Non intellettuale faccio ridere ora se suggerite dal sogno in un grigio mattino […]

L’incanto

L’incanto (Pier Paolo Pasolini Bologna 5/3/1922 – Ostia, Roma 2/11/1975) La condanna pronunciata contro di me nel ventre della madre ingenua – mentre al mondo era in fiore – suona senza più darmi stupore. Conto gli anni, i giorni, le ore di un tempo che mi abbandona senza che mai si disperda L’incanto, l’atroce incanto. […]

E intanto era aprile

E intanto era aprile (Pier Paolo Pasolini Bologna 5/3/1922 – Ostia, Roma 2/11/1975) E intanto era aprile, e il glicine era qui, a rifiorire. Prepotente, feroce rinasci, e di colpo, in una notte, copri un’intera parete appena alzata, il muro principesco di un’ocra screpolato al nuovo sole che lo cuoce. E basti tu, col tuo […]

Ad un Papa

Ad un Papa (Pier Paolo Pasolini Bologna 5/3/1922 – Ostia, Roma 2/11/1975) Pochi giorni prima che tu morissi, la morte aveva messo gli occhi su un tuo coetaneo: a vent’anni, tu eri studente, lui manovale, tu nobile, ricco, lui un ragazzaccio plebeo: ma gli stessi giorni hanno dorato su voi la vecchia Roma che stava […]

Alla mia nazione

Alla mia nazione (Pier Paolo Pasolini Bologna 5/3/1922 – Ostia, Roma 2/11/1975) Non popolo arabo, non popolo balcanico, non popolo antico ma nazione vivente, ma nazione europea: e cosa sei? Terra di infanti, affamati, corrotti, governanti impiegati di agrari, prefetti codini, avvocatucci unti di brillantina e i piedi sporchi, funzionari liberali carogne come gli zii […]

Supplica a mia madre

Supplica a mia madre (Pier Paolo Pasolini Bologna 5/3/1922 – Ostia, Roma 2/11/1975) E’ difficile dire con parole di figlio ciò a cui nel cuore ben poco assomiglio. Tu sei la sola al mondo che sa, del mio cuore, ciò che è stato sempre, prima d’ogni altro amore. Per questo devo dirti ciò ch’è orrendo […]

La Resistenza e la sua luce

25/4/1945 – 65° ANNIVERSARIO DELLA RESISTENZA E DELLA GUERRA DI LIBERAZIONE La Resistenza e la sua luce (Pier Paolo Pasolini Bologna 5/3/1922 – Ostia, Roma 2/11/1975) Così giunsi ai giorni della Resistenza senza saperne nulla se non lo stile: fu stile tutta luce, memorabile coscienza di sole. Non poté mai sfiorire, neanche per un istante, […]

Vai alla barra degli strumenti