Lettera a una sconosciuta

Lettera a una sconosciuta
(Nicanor Parra n. a San Fabián de Alico, Cile il 5/9/1914)

Quando passeranno gli anni, quando
Passeranno gli anni e l’aria avrà scavato un fosso
Tra la tua anima e la mia; quando passeranno gli anni
E io sarò soltanto un uomo che ha amato, un essere che si fermò
Per un attimo al cospetto delle tue labbra,
un pover uomo stanco di gironzolare nei parchi,
dove sarai? Dove sarai, oh figlia dei miei baci!

Dello stesso autore: Padre Nostro

Padre Nostro

Padre Nostro
(Nicanor Parra n. a San Fabián de Alico, Cile il 5/9/1914)

Padre nostro che sei nei cieli
Gravato da ogni tipo di problema
Con la fronte aggrottata
Come se fossi un uomo qualunque
Non pensare più a noi.

Comprendiamo che soffri
Perché non riesci a risolvere le cose
Sappiamo che il demonio non ti lascia tranquillo
Disfacendo quello che tu hai fatto.

Lui ride di te
Eppure noi piangiamo assieme a te:
Non preoccuparti delle sue diaboliche risate.

Padre Nostro che sei dove sei
Circondato da angeli sleali
Sinceramente: non soffrire più per noi
Devi rendertene conto
Che non sono infallibili gli dei
E che noi altri perdoniamo tutto.