Che sta facendo adesso

Che sta facendo adesso (Nazım Hikmet Salonicco, Grecia 20/11/1901 ma registrato all’anagrafe il 15/1/1902, che egli stesso indicava come data di nascita – Mosca, Russia 3/6/1963) Che sta facendo adesso adesso, in questo momento? È a casa? Per la strada? Al lavoro? In piedi? Sdraiata? Forse sta alzando il braccio? Amor mio come appare in […]

L’albero di Natale

L’albero di Natale (Nazım Hikmet Salonicco, Grecia 20/11/1901 ma registrato all’anagrafe il 15/1/1902, che egli stesso indicava come data di nascita – Mosca, Russia 3/6/1963) A sud del golfo di Finlandia la notte vicino al mare brumoso l’albero di Natale scintilla tra oscure torri gotiche corazze di cavalieri teutoni e ciminiere di fabbriche l’albero di […]

È l’alba

È l’alba (Nazım Hikmet Salonicco, Grecia 20/11/1901 ma registrato all’anagrafe il 15/1/1902, che egli stesso indicava come data di nascita – Mosca, Russia 3/6/1963) S’illumina il mondo come l’acqua che lascia cadere sul fondo le sue impurità. E sei tu, all’improvviso tu, mio amore, nel chiarore infinito di fronte a me. Giorno d’inverno, senza macchia, […]

Da quando sono finito dentro

Da quando sono finito dentro (Nazım Hikmet Salonicco, Grecia 20/11/1901 ma registrato all’anagrafe il 15/1/1902, che egli stesso indicava come data di nascita – Mosca, Russia 3/6/1963) Il mondo ha fatto dieci giri intorno al sole da quando sono finito dentro Se chiedete a lui: “Non se ne parla, è un periodo microscopico…” Se chiedete […]

Foglie morte

Foglie morte (Nazım Hikmet Salonicco, Grecia 20/11/1901 ma registrato all’anagrafe il 15/1/1902, che egli stesso indicava come data di nascita – Mosca, Russia 3/6/1963) Veder cadere le foglie mi lacera dentro soprattutto le foglie dei viali soprattutto se sono ippocastani soprattutto se passano dei bimbi soprattutto se il cielo è sereno soprattutto se ho avuto, […]

Ti amo come se mangiassi il pane

Ti amo come se mangiassi il pane (Nazım Hikmet Salonicco, Grecia 20/11/1901 ma registrato all’anagrafe il 15/1/1902, che egli stesso indicava come data di nascita – Mosca, Russia 3/6/1963) Ti amo come se mangiassi il pane spruzzandolo di sale come se alzandomi la notte bruciante di febbre bevessi l’acqua con le labbra sul rubinetto ti […]

Ho sognato della mia bella

Ho sognato della mia bella (Nazım Hikmet Salonicco, Grecia 20/11/1901 ma registrato all’anagrafe il 15/1/1902, che egli stesso indicava come data di nascita – Mosca, Russia 3/6/1963) Ho sognato della mia bella m’è apparsa sopra i rami passava sopra la luna tra una nuvola e l’altra andava e io la seguivo mi fermavo e lei […]

Alla vita

Alla vita (Nazım Hikmet Salonicco, Grecia 20/11/1901 ma registrato all’anagrafe il 15/1/1902, che egli stesso indicava come data di nascita – Mosca, Russia 3/6/1963) La vita non è uno scherzo. Prendila sul serio come fa lo scoiattolo, ad esempio, senza aspettarti nulla dal di fuori o nell’al di là. Non avrai altro da fare che […]

La bambina di Hiroshima

  Remember Hiroshima 6/8/1945 – 6/8/2015 La bambina di Hiroshima (Nazım Hikmet Salonicco, Grecia 20/11/1901 ma registrato all’anagrafe il 15/1/1902, che egli stesso indicava come data di nascita – Mosca, Russia 3/6/1963) Apritemi sono io… busso alla porta di tutte le scale ma nessuno mi vede perché i bambini morti nessuno riesce a vederli. Sono […]

Sei la mia schiavitù sei la mia libertà

Sei la mia schiavitù sei la mia libertà (Nazım Hikmet Salonicco, Grecia 20/11/1901 ma registrato all’anagrafe il 15/1/1902, che egli stesso indicava come data di nascita – Mosca, Russia 3/6/1963) Sei la mia schiavitù sei la mia libertà sei la mia carne che brucia come la nuda carne delle notti d’estate. Sei la mia patria […]

Vai alla barra degli strumenti