Stagioni

Stagioni (Natalia Bondarenko n. a Kiev, Ucraina il 31/5/1961) Chi ha dimenticato l’inverno Non merita la primavera, Chi ha dimenticato la campagna Non deve camminare in città. La ragazza usciva sola E amava camminare in silenzio: Siccome non portava il cappello Riusciva sgradita alla gente. Le sue spalle curve e magre Dicevano: io non voglio […]

Accompagnami nel nostro passato

Accompagnami nel nostro passato (Natalia Bondarenko n. a Kiev, Ucraina il 31/5/1961) Accompagnami nel nostro passato, parlami di qualche sciocchezza, gira i discorsi in una direzione imprecisa come si gira lo zucchero con il cucchiaino, in una tazza di caffè troppo grande. Io cercherò di sciogliermi per bene nella dolciastra sensazione di esserti utile per […]

Ecco com’ero da piccola

Ecco com’ero da piccola (Natalia Bondarenko n. a Kiev, Ucraina il 31/5/1961) Ecco com’ero da piccola quando non volevo osservare il vetro della porta del nostro soggiorno dall’angolo del castigo [già allora sapevo di non avere colpe o, averne soltanto una – di essere troppo piccola]. Nessuno mi voleva ascoltare. Nemmeno la ragione delle ragioni […]

Guarda che per avermi…

Guarda che per avermi… (Natalia Bondarenko n. a Kiev, Ucraina il 31/5/1961) Guarda che per avermi è semplice: sfoglia un dizionario della seduzione, qualche bugia ben riuscita baloccando a proposito – fammi sentire unica o, almeno, la seconda [se proprio così stanno le cose] e poi, sfiorando con audacia tutte le periferie del mio corpo, […]

Vai alla barra degli strumenti