Mia bella pantera nera

Mia bella pantera nera
(Nat Scammacca Brooklyn, USA 20/7/1924 – Trapani 22/10/2005)

Gli americani warlords credono di vedere
la tua vera morte nella morte legale.

Un vero nodo che ti pende sulla testa una testa
morta — la TUA testa morta!

Guardali! Bramano il tuo sangue.

Ora tu sai molte cose, bella pantèra nera.
Nessun individuo si compromette totalmente col grande Stato
e vive.

Nessun grande Stato uccide l’individuo
e sopravvive.

Tutto questo è cattivo — male, è uguale schiavitù.
E esattamente ciò che i signori della guerra vogliono!
Non CONTRATTO sociale o politico.
È frode! E GIA la morte!

Ma tu sai pure, svelta pantèra nera,
che esistere è resistenza, è impegno per tutti
per tutti noi-protestatori-negri-poveri-studenti-scrittori-poeti.

È ribellarsi contro la loro morte per noi.
Resistere è vita — fa vivere, ora, COMPLETAMENTE!

Si, tu sai tutto questo e per questo non ti possono uccidere
né ora né mai,
mia bella pantera nera.

(Da: Ericepeo, 1990)

Dello stesso autore: Ovunque ci voltiamo

Ovunque ci voltiamo

Ovunque ci voltiamo
(Nat Scammacca Brooklyn, USA 20/7/1924 – Trapani 22/10/2005)

Ovunque ci voltiamo
le maglie dure dure del sistema
ci cacciano ci allineano
dolcemente con un colpo leggero qua
rudemente con un colpo più forte là
se ci voltiamo in direzioni contrarie
e avvitiamo a sinistra.
Volta per volta girando a nostro modo – a sinistra
di colpa finiamo naso a naso
col direttore con l’ispettore
del sistema
ed hanno sempre ragione.
“Sanguini tutto l’inferno e anche il paradiso
se farò come vuole
il sistema
o come dice il direttore”
gridai l’altro giorno.
Bye-bye tu non mangerai solo morirai
bye-bye senza carne
bye-bye senza lavoro
bye-bye senza denaro
bye-bye a destra a destra.
La raccomandata:
“o accondiscendi girando a destra
e riconosci l’autorità
regole-regole-regole
non ribellarti
al ragionevole ingranaggio
ingrana coll’organizzazione
gira a destra o lascia.
Noi siamo sorpresi da tale…
specialmente da parte tua
che sempre rispettosamente
abbiamo avvitato a destra
non possiamo permettere una frattura
– tu respingi il nostro santo principio –
avvita a destra a destra a destra
dispiaciutissimi
ci piange il cuore ma
per il bene
sistema
àbbiti
l’ultima paga
a destra a destra a destra
avvita a destra.
Facendo lunghi cerchi a sinistra
ho fame
essi tengono tutti i fottuti cardini
ho freddo
sbattendo le corna contro il sistema
girando a sinistra
fuori dai dentelli
FUORI

(Da: A destra a destra Avvita a destra)