Il buio come bene

Il buio come bene
(Nadia Campana Cesena 11/10/1954 – Milano 6/6/1985)

Tutte dolcezze sono alle dita
di rosa l’abito tinge
lungo l’azzurro pieno, come ti chiamavo
a cancellarmi, quaggiù, ti prego.
Per te, io ti, io te sono
che mi contiene nel tremante ricorso
del tuo silenzio vienimi incontro
orizzonte e allarga esso.
Come rami contro il cielo entrai in lui
Una specie eletta dal suo cuore
Come mondi sognati da miriadi di sogni
Sradicati al centro quasi affondando
Diciamo.