La Sfinge

La Sfinge
(Myriam Fraga Salvador, Bahia, Brasile 9/11/1937 – Rio Vermelho, Salvador, Bahia, Brasile 15/2/2016)

Mi rivestii di mistero
Per essere fragile
Perché so bene che decifrarmi
E’ distruggermi.
In fondo, non mi importa
L’enigma che propongo.
Per essere donna e uccello
E leonessa
Avendo forgiato in acciaio le mie prese
E’ che si spaventano e si impauriscono
Non mi esalto
So che verrà il giorno delle risposte
E mi profetizzo chiara e disarmata
E sapendo che la morte
E’ l’ultima chiave
Mi indovino nelle vittime che frantumo.