Il burattinaio

Il burattinaio (Marino Moretti Cesenatico, FC 18/7/1885 – Cesenatico, FC 6/7/1979) Da paese a paese egli cammina portando la baracca sulle spalle, da paese a paese, dalla valle alla collina. E quando incontra un piccolo villaggio, egli si ferma per quei tre marmocchi, chiama Arlecchino che straluna gli occhi, per suo vantaggio. Chiama la Reginetta […]

Il vecchio Natale

Il vecchio Natale (Marino Moretti Cesenatico, FC 18/7/1885 – Cesenatico, FC 6/7/1979) Mentre la neve fa, sopra la siepe, un bel merletto e la campana suona, Natale bussa a tutti gli usci e dona ad ogni bimbo un piccolo presepe. Ed alle buone mamme reca i forti virgulti che orneran furtivamente d’ogni piccola cosa rilucente: […]

Autunno

Autunno (Marino Moretti Cesenatico, FC 18/7/1885 – Cesenatico, FC 6/7/1979) Il cielo ride un suo riso turchino benché senta l’inverno ormai vicino. Il bosco scherza con le foglie gialle benché l’inverno senta ormai alle spalle. Ciancia il ruscel col rispecchiato cielo, benché senta nell’onda il primo gelo. é sorto a piè di un pioppo ossuto […]

Valigie

Valigie (Marino Moretti Cesenatico, FC 18/7/1885 – Cesenatico, FC 6/7/1979) Voglio cantare tutte l’ore grigie in questa solitudine pensosa mentre raduno ogni mia vecchia cosa a riempir le mie vecchie valigie. Oh le valigie, le compagne buone dei poveri vïaggi in terza classe vecchie, sfiancate, fatte con qualche asse sottile e con la tela e […]

A Cesena

A Cesena (Marino Moretti Cesenatico, FC 18/7/1885 – Cesenatico, FC 6/7/1979) Piove. È mercoledì. Sono a Cesena, ospite della mia sorella sposa, sposa da sei, da sette mesi appena. Batte la pioggia il grigio borgo, lava la faccia della casa senza posa, schiuma a piè delle gronde come bava. Tu mi sorridi. Io sono triste. […]

Vai alla barra degli strumenti