Posa il tuo piede sopra le mie spalle

Posa il tuo piede sopra le mie spalle (Maria Grazia Calandrone n. a Milano il 15/10/1964) Posa il tuo piede sopra le mie spalle adopera la scala delle mie vertebre che reggono l’atlante cerebrale per calzare nel sacco della pelle l’autosufficienza della tua forma trascorri nella cava delle ossa come aria che suona nelle canne […]

Roma, all’improvviso, notte

Roma, all’improvviso, notte (Maria Grazia Calandrone n. a Milano il 15/10/1964) Roma, all’improvviso, notte buio improvviso. il sole splende sui tetti e non al suolo. il giorno si capovolge come uno scarabeo d’oro. sfolgora il metallo delle gru, i meccanismi e i giunti unti di sole colano pioggia d’oro. una grandine chimica, innaturale, incrina il […]

Se, da adulti, riappare

Se, da adulti, riappare (Maria Grazia Calandrone n. a Milano il 15/10/1964) se, da adulti, riappare la bianca terra iniziale che avevamo negli occhi da bambini, siamo tornati quelli che eravamo bassi, vicini al senso delle cose, corolle aperte a un palmo da terra 9 ottobre 2017

Vai alla barra degli strumenti