Ditemi com’è un albero

Ditemi com’è un albero (Marcos Ana Alconada, Spagna 20/1/1920 – Madrid, Spagna 24/11/2016) Ditemi com’è un albero. Ditemi il canto del fiume quando si copre di uccelli. Parlatemi del mare. Parlatemi del vasto odore della campagna. Delle stelle. Dell’aria. Recitatemi un orizzonte senza serratura né chiavi come la capanna di un povero. Ditemi com’è il […]

La mia casa e il mio cuore

La mia casa e il mio cuore (Marcos Ana Alconada, Spagna 20/1/1920 – Madrid, Spagna 24/11/2016) (sogno di libertà) Se un giorno tornerò alla vita la mia casa non avrà chiavi: sempre aperta, come il mare, il sole e l’aria. Che entrino la notte e il giorno, la pioggia azzurra, la sera, il pane rosso […]

Sarà che i miei sogni spaventano il tiranno

Sarà che i miei sogni spaventano il tiranno (Marcos Ana Alconada, Spagna 20/1/1920 – Madrid, Spagna 24/11/2016) Pensando a Federico   Sarà che i miei sogni spaventano il tiranno come un lontano canto, come sepolte campane, come tutte le voci che non capisce. Sarà che i miei sogni, di uomo e di poeta, sono coperti dal […]

Vai alla barra degli strumenti