La tua lettera sul lenzuolo…

La tua lettera sul lenzuolo…
(Léopold Sédar Senghor Joal, Senegal 9/10/1906 – Verson, Francia 20/12/2001)

La tua lettera sul lenzuolo, sotto la lampada odorosa
azzurra come la camicia nuova che il giovanotto si liscia
canticchiando, come il cielo e il mare e il mio sogno
la tua lettera. Il mare ha il suo sale, e l’aria il latte il pane il riso, dico il suo sale
la vita ha la sua linfa, e la terra il suo senso
il senso di Dio e il suo moto.
La tua lettera. Senza di lei la vita non sarebbe vita
le tue labbra mio sale e mio sole, aria mia fresca e mia neve.

Da: Poesia d’amore del Novecento, Crocetti, 1996.

Maschere

2 dicembre: Giornata Internazionale per l’abolizione della schiavitù

Maschere
(Léopold Sédar Senghor Joal, Senegal 9/10/1906 – Verson, Francia 20/12/2001)

Maschere! O Maschere!
Maschera nera, maschera rossa
voi maschere bianco-nere!
Maschere dai quattro poli
donde alita lo Spirito
vi saluto nel silenzio!

Ecco che muore l’Africa degli imperi;
agonia di principessa pietosa
ed anche l’Europa a cui
l’ombelico ci unisce.
Fate che noi rispondiamo presente
alla rinascita del mondo,
come il lievito necessario
alla bianca farina.

Chi insegnerà il ritmo al mondo
defunto delle macchine e dei cannoni?
Chi lancerà il grido di gioia
per risvegliare
i morti e gli orfani all’aurora?
Dite, chi renderà memoria di vita
all’uomo delle speranze violate?

Ci chiamano gli uomini della morte.
Siamo gli uomini della danza,
e nuova forza è ai nostri piedi
il suolo duramente percosso.