Sono un nero Pierrot

Sono un nero Pierrot
(
Langston Hughes Joplin, Missouri, USA 1/2/1902 – New York, USA 22/5/1967)

Sono un nero Pierrot:
lei non mi amava,
così io mi tuffai dentro la notte,
e la notte era nera, anche la notte.

Sono un nero Pierrot:
lei non mi amava,
così io piansi fin quando fu l’alba
e insanguinò le colline ad oriente
e il cuore, anche il mio cuore sanguinava.

Sono un nero Pierrot:
lei non mi amava,
così con l’anima un tempo a colori
come un pallone sgonfiato grinzosa,
me ne andai via nella mattina in cerca
d’un altro amore bruno.

Dello stesso autore: Bene, figliolo, te lo diròDeiIo pureLibertàSogni

Io pure

Io pure

(Langston Hughes Joplin, Missouri, USA 1/2/1902 – New York, USA 22/5/1967)
 

Io pure canto l’America.
Sono il fratello più scuro.
Loro mi spediscono a mangiare in cucina
quando ci sono gli ospiti,
ma io me la rido,
e mangio con gusto,
e mi irrobustisco.

Domani,
io sarò seduto a tavola
quando ci saranno ospiti.
Nessuno si azzarderà
a dirmi
«Vattene a mangiare in cucina»
Allora.

E per di più,
si accorgeranno di come sono bello
e si vergogneranno –
Io pure sono l’America.

 

Grazie a giovanotta per avermela mandata

Sogni

Sogni

(Langston Hughes Joplin, Missouri, USA 1/2/1902 – New York, USA 22/5/1967)
 

Tenetevi stretti ai sogni
perché se i sogni muoiono
la vita è un uccello con le ali spezzate
che non può volare.

Tenetevi stretti ai sogni
perché quando i sogni se ne vanno
la vita è un campo arido
gelato dalla neve.