Sento i tuoi passi nella sala

Sento i tuoi passi nella sala (Karin Boye Göteborg, Svezia 26/10/1900 – Alingsås, Svezia 24/4/1941) Sento i tuoi passi nella sala, sento in ogni nervo i tuoi rapidi passi che nessuno nota altrimenti. Intorno a me soffia un vento di fuoco. Sento i tuoi passi, i tuoi amati passi, e l’anima fa male. Cammini lontano […]

Certo che fa male

Certo che fa male (Karin Boye Göteborg, Svezia 26/10/1900 – Alingsås, Svezia 24/4/1941) Certo che fa male quando i boccioli si schiudono. Perché dovrebbe altrimenti esitare la primavera? Perché dovrebbe tutta la nostra bruciante nostalgia restare legata al pallido e amaro gelo? Eppure il bocciolo fu involucro per tutto l’inverno. Che cosa c’è di nuovo […]

Ricordo

Ricordo (Karin Boye Göteborg, Svezia 26/10/1900 – Alingsås, Svezia 24/4/1941) Quieta voglio ringraziare il mio destino: mai ti perdo del tutto. Come una perla cresce nella conchiglia, così dentro di me germoglia dolcemente il tuo essere bagnato di rugiada. Se infine un giorno ti dimenticassi – allora sarai tu sangue del mio sangue allora sarai […]

Spiegazione

Spiegazione (Karin Boye Göteborg, Svezia 26/10/1900 – Alingsås, Svezia 24/4/1941) Immersa nella tua bellezza vedo spiegata la vita e la soluzione dell’enigma oscuro svelata. Immersa nella tua bellezza voglio pregare. Il mondo è santo perché tu esisti. Senza respiro per chiarezza annegata nella luce, volevo morire vicina a te, immersa nella tua bellezza. Della stessa […]

L’attimo

L’attimo (Karin Boye Göteborg, Svezia 26/10/1900 – Alingsås, Svezia 24/4/1941) Nessun cielo di una notte d’estate senza respiro giunge così profondo nell’eternità, nessun lago, quando le nebbie si diradano, riflette una calma simile come l’attimo – quando i confini della solitudine si cancellano e gli occhi diventano trasparenti e le voci diventano semplici come venti […]

Sei la mia consolazione più pura

5º Anniversario del blog "La poesia non è di chi la scrive, la poesia è di chi gli serve!" Sei la mia consolazione più pura (Karin Boye Göteborg, Svezia 26/10/1900 – Alingsås, Svezia 24/4/1941) Sei la mia consolazione più pura, sei il mio più fermo rifugio, tu sei il meglio che ho perché niente fa […]

Come posso dire…

Come posso dire… (Karin Boye Göteborg, Svezia 26/10/1900 – Alingsås, Svezia 24/4/1941) Come posso dire se la tua voce è bella. So soltanto che mi penetra e mi fa tremare come una foglia e mi lacera e mi dirompe. Cosa so della tua pelle e delle tue membra. Mi scuote soltanto che sono tue, così […]

L’amazzone

L’amazzone (Karin Boye Göteborg, Svezia 26/10/1900 – Alingsås, Svezia 24/4/1941) Ho sognato spade stanotte. Ho sognato battaglia stanotte. Ho sognato che lottavo al tuo fianco armata e forte, stanotte. Lampeggiava forte dalla tua mano, e i Troll cadevano ai tuoi piedi. La nostra schiera serrava le fila e cantava nella minaccia di tenebre silenziose. Ho […]

Confessione

Confessione (Karin Boye Göteborg, Svezia 26/10/1900 – Alingsås, Svezia 24/4/1941) Non sono nata per fare la ribelle Eppure sono costretta ad esserlo. Perché il mio destino non è mio soltanto? Perché mi abbarbico in esso? Oppure, se ora devo battermi, perché accade con dolore? Perché non a suon di musica, quando infine sono costretta ad […]

Vai alla barra degli strumenti