Inventario delle cose certe

Inventario delle cose certe (Joyce Lussu Firenze 8/5/1912 – Roma 4/11/1998) La luna si è rotta. si è rotta in cinque pezzi che galleggiano nel cielo squallidamente come cinque cocci di scodella. Era una luna piena e luminosa che aveva un’aria abbastanza felice. Lì per lì ho creduto che i cosmonauti e i satelliti artificiali […]

Essere donna

Le poesie delle donne Essere donna (Joyce Lussu Firenze 8/5/1912 – Roma 4/11/1998) Essere donna, l’ho sempre considerato un fatto positivo, un vantaggio, una sfida gioiosa e aggressiva. Qualcuno dice che le donne sono inferiori agli uomini, che non possono fare questo e quello. Ah si? Vi faccio vedere io! Che cosa c’è da invidiare […]

Un giornalista mi ha chiesto

Un giornalista mi ha chiesto (Joyce Lussu nata Gioconda Beatrice Salvadori Paleotti Firenze, 8/5/1912 – Roma, 4/11/1998) Un giornalista mi ha chiesto se mi considero una donna di successo e ho risposto di sì.   "Non puoi rispondere così" ha osservato un amico che mi segue dappresso cercando di impedirmi di far brutte figure. "I […]

Emilio ti ricordi

Emilio ti ricordi (Joyce Lussu nata Gioconda Beatrice Salvadori Paleotti Firenze, 8/5/1912 – Roma, 4/11/1998)   Emilio ti ricordi quando ci siamo incontrati la prima volta in una casa svizzera linda e lustra di cera e di tendine e già la sera stavamo abbracciati in un letto a una sola piazza e poi tanti decenni […]

Giornata della memoria

Un paio di scarpette rosse (Joyce Lussu nata Gioconda Beatrice Salvadori Paleotti Firenze, 8/5/1912 – Roma, 4/11/1998) C'è un paio di scarpette rosse numero ventiquattro quasi nuove sulla suola interna si vede ancora la marca di fabbrica "Schulze Monaco" c'è un paio di scarpette rosse in cima a un mucchio di scarpette infantili a Buchenwald […]

Vai alla barra degli strumenti