Dal treno

Dal treno
(Izet Sarajlić Doboj, Bosnia Erzegovina 16/3/1930 – Sarajevo, Bosnia Erzegovina 2/5/2002)

Guardavo passarmi davanti le donne,
le presenti e le future,
i paesaggi
e i pali del telegrafo,
ho visto il giorno e la notte
succedersi in silenzio.
Scenderò giù a qualche stazione
pazzo di questi mutamenti di colori e linee
per comunicarti
che al cinquecentesimo chilometro dell’amore
ti amavo esattamente come al primo.

(Da: Chi ha fatto il turno di notte)

Dello stesso autore:
Quei due abbracciati
Sorelle

Quei due abbracciati

Quei due abbracciati
(Izet Sarajlić Doboj, Bosnia Erzegovina 16/3/1930 – Sarajevo, Bosnia Erzegovina 2/5/2002)

Quei due abbracciati sulla riva del Reno a Gottlieben
potevamo essere anche tu ed io,
ma noi due non passeggeremo mai più
su nessuna riva abbracciati.
Vieni, passeggiamo almeno in questa poesia.

2000

(Da: Qualcuno ha suonato)

Dello stesso autore:
Sorelle