Povero mondo

Povero mondo
(Idea Vilariño Montevideo, Uruguay 18/8/1920 – Montevideo, Uruguay 28/4/2009)

Stanno per disfarlo
sta per volare in pezzi
infine creperà come una bolla
o esploderà glorioso
come una santabarbara
o più semplicemente
sarà cancellato come
se una spugna bagnata
cancellasse il suo posto nello spazio.

Forse non ci riescono
forse lo puliranno
gli cadrà la vita come una chioma
e continuerà a ruotare
come una sfera pura
sterile e mortale.

O in modo meno bello
andrà per i cieli
imputridendo adagio
come una piaga totale
come un morto.

Della stessa autrice: Con le braccia legate dietro la schienaNon c’è nessuna speranza

Non c’è nessuna speranza

Non c’è nessuna speranza
(
Idea Vilariño Montevideo, Uruguay 18/8/1920 – Montevideo, Uruguay 28/4/2009)

Non c’è nessuna speranza
che tutto si sistemi
che si calmi il dolore
e il mondo si organizzi.
Non bisogna illudersi che
la vita ordini le sue
caotiche esigenze
i ciechi gesti suoi.
Non ci sarà un finale felice
né un bacio interminabile
assorto abbandonato
che preluda a altri giorni.
Nemmeno ci sarà una fresca
mattina profumata
di giovane primavera
per cominciare allegri.
Anzi tutto il dolore
invaderà di nuovo
e non ci sarà cosa libera
dalla sua dura macchia.
Bisognerà andare avanti
continuare a respirare
sopportare la luce
e maledire il sonno
cucinare senza fede
fornicare senza passione
masticare senza voglia
per sempre senza lacrime.