Fantasma

Fantasma
(Gyula Illyés Sárszentlőrinc, Ungheria 2/11/1902 – Budapest, Ungheria 15/4/1983)

Stamani, l’aria è di vetro:
stupito, cammino attraverso un muro di cristallo
e un altro muro,
perché tu veda – anche se
di sera il mio cuore si incrina –
com’è semplice
vivere un miracolo
vivere ancora.