Insieme

Insieme
(Gyo Fujikawa Berkeley, California, USA 3/11/1908 – New York City, New York, USA 26/11/1998)

E’ tanto bello
quando si è amici,
giocare insieme,
sentirsi felici.
Col mio amico
è bello parlare,
avere mille segreti
da raccontare,
e ridere insieme,
ridere assai:
i motivi per ridere
non mancano mai.

Dello stesso autore: Tre streghine

Tre streghine

Tre streghine
(
Gyo Fujikawa 3/11/1908 – 26/11/1998)

Tre buffe, piccole streghe
in un campo di zucche giocavano,
tre buffe, piccole streghe
sotto la luna danzavano.
Una portava un nero cappellino,
una accarezzava il suo gattino,
una scalpicciava allegramente
e tutte e tre cantavano dolcemente.

Dedicata a Utente: Babaijaga Babaijaga

Baba Jaga (o Baba Yaga) è un personaggio della mitologia slava, in particolare di quella della Russia, e la figura immaginaria di un personaggio fiabesco.
Nei racconti russi, impersona una vecchia strega che si sposta volando su un mortaio, utilizzando il pestello come timone e che cancella i sentieri nei boschi con una scopa di betulla d’argento.
Vive in una capanna sopraelevata che poggia su due zampe di gallina, servita dai suoi servi invisibili. Il buco della serratura del portello anteriore è costituito da una bocca riempita di denti taglienti; le mura esterne sono fatte di ossa umane. In una variante della leggenda, la casa non rivela la posizione della porta finché non viene pronunciata una frase magica.
Baba Jaga a volte è indicata come cattiva e a volte come fonte di consiglio; ci sono storie in cui la si vede aiutare le persone nelle loro ricerche e storie in cui rapisce i bambini per mangiarli. Cercare il suo aiuto è solitamente un’azione pericolosa e sono assolutamente necessarie preparazione e purezza dello spirito.
La Baba Jaga del folklore polacco differisce leggermente; una delle differenze è che la casa ha soltanto una zampa di gallina. Inoltre le streghe dispettose che vivono nelle case di pan di zenzero sono comunemente chiamate Baba Jaga. Nella fiaba La piuma di Finist il Falco, l’eroe, viene a contatto con tre Baba Jaga.
Tali figure sono solitamente benevole e danno all’eroe consigli o strumenti magici.

(Da Wikipedia)