Lanciano bombe e sorridono

Le poesie delle donne

Lanciano bombe e sorridono

(Gladys Basagoitia Dazza n. a Lima, Perù nel 1935 residente a Perugia)

Accaniti
armati fino alla punta dei capelli
fino al filo dei denti
in nome della pace lanciano l’amo e l’esca
latte in polvere
farina
medicine scadute
lanciano bombe e sorridono
sperando che i bambini uccisi
prendano il latte dai seni assassinati.

Il mondo s’inginocchia innanzi al dio dollaro che
controlla la borsa e gestisce la fame
il potente impettito preme il tasto
segna l’ora del massacro
tira i fili
i burattini uccidono e muoiono
esultano e uccidono
viaggia l’avversità sulle navi di guerra
odio e vendetta viaggiano
negli splendidi uccelli di metallo
dalla terra invasa
si eleva allucinante la colonna di fumo
cenere macerie ossa calcinate
la crudeltà umana proclama la vittoria
segnati per sempre nel corpo e nello spirito
pochi sopravvissuti
agonici.