CANTO IX – Ultimo canto di Saffo

CANTO IX – Ultimo canto di Saffo (Giacomo Leopardi Recanati, MC 29/6/1798 – Napoli 14/6/1837)      Placida notte, e verecondo raggio della cadente luna; e tu, che spunti fra la tacita selva in su la rupe, nunzio del giorno; oh dilettose e care, mentre ignote mi fûr l’Erinni e il Fato, sembianze agli occhi miei; giá […]

CANTO XXII – Le ricordanze

CANTO XXII – Le ricordanze (Giacomo Leopardi Recanati, MC 29/6/1798 – Napoli 14/6/1837)      Vaghe stelle dell’Orsa, io non credea tornare ancor per uso a contemplarvi sul paterno giardino scintillanti, e ragionar con voi dalle finestre di questo albergo ove abitai fanciullo, e delle gioie mie vidi la fine. Quante immagini un tempo, e quante fole […]

CANTO XIV – Alla luna

CANTO XIV – Alla luna (Giacomo Leopardi Recanati, MC 29/6/1798 – Napoli 14/6/1837) O graziosa Luna, io mi rammento che, or volge l’anno, sovra questo colle io venia pien d’angoscia a rimirarti: e tu pendevi allor su quella selva, siccome or fai, che tutta la rischiari. Ma nebuloso e tremulo dal pianto, che mi sorgea […]

A sè stesso

A sè stesso (Giacomo Leopardi Recanati, MC 29/6/1798 – Napoli 14/6/1837) Or poserai per sempre, Stanco mio cor. Perì l’inganno estremo, Ch’eterno io mi credei. Perì. Ben sento, In noi di cari inganni, Non che la speme, il desiderio è spento. Posa per sempre. Assai Palpitasti. Non val cosa nessuna I moti tuoi, nè di […]

CANTO XXI – A Silvia

CANTO XXI – A Silvia (Giacomo Leopardi Recanati, MC 29/6/1798 – Napoli 14/6/1837) Silvia, rimembri ancora quel tempo della tua vita mortale, quando beltà splendea negli occhi tuoi ridenti e fuggitivi, e tu, lieta e pensosa, il limitare di gioventù salivi? Sonavan le quiete stanze, e le vie d’intorno, al tuo perpetuo canto, allor che […]

CANTO X – Il primo amore

CANTO X – Il primo amore (Giacomo Leopardi Recanati, MC 29/6/1798 – Napoli 14/6/1837) Tornami a mente il dì che la battaglia d’amor sentii la prima volta, e dissi: oimè, se quest’è amor, com’ei travaglia! Che gli occhi al suol tuttora intenti e fissi, Io mirava colei ch’a questo core Primiera il varco ed innocente […]

CANTO XXIV – La quiete dopo la tempesta

CANTO XXIV – La quiete dopo la tempesta (Giacomo Leopardi Recanati, MC 29/6/1798 – Napoli 14/6/1837) Passata è la tempesta: Odo augelli far festa, e la gallina, Tornata in su la via, Che ripete il suo verso. Ecco il sereno Rompe là da ponente, alla montagna; Sgombrasi la campagna, E chiaro nella valle il fiume […]

CANTO XII – L’infinito

CANTO XII – L’infinito (Giacomo Leopardi Recanati, MC 29/6/1798 – Napoli 14/6/1837) Sempre caro mi fu quest’ermo colle, E questa siepe, che da tanta parte Dell’ultimo orizzonte il guardo esclude. Ma sedendo e mirando, interminati Spazi di là da quella, e sovrumani Silenzi, e profondissima quiete Io nel pensier mi fingo; ove per poco Il cor […]

Dialogo di un venditore d’almanacchi e di un passeggere

Dialogo di un venditore d’almanacchi e di un passeggere (Giacomo Leopardi Recanati, MC 29/6/1798 – Napoli 14/6/1837) Venditore. Almanacchi, almanacchi nuovi; lunari nuovi. Bisognano, signore, almanacchi? Passeggere. Almanacchi per l’anno nuovo? Venditore. Si signore. Passeggere. Credete che sarà felice quest’anno nuovo? Venditore. Oh illustrissimo si, certo. Passeggere. Come quest’anno passato? Venditore. Più più assai. Passeggere. […]

Vai alla barra degli strumenti