Via della Povertà

Via della Povertà (Fabrizio De André Sassuolo, MO 5/11/1942 – Modena 7/10/2002) Il Salone di bellezza in fondo al vicolo è affollatissimo di marinai prova a chiedere a uno che ore sono e ti risponderà “non l’ho saputo mai”. Le cartoline dell’impiccagione sono in vendita a cento lire l’una il commissario cieco dietro la stazione […]

S’i’ fosse foco…

LXXXVI (S’i’ fosse foco…) (Cecco Angiolieri Siena 1260 circa – Siena 1312) S’i’ fosse foco, arderéi ‘l mondo; s’i’ fosse vento, lo tempesterei; s’i’ fosse acqua, i’ l’annegherei; s’i’ fosse Dio, mandereil’en profondo; s’i’ fosse papa, sare’ allor giocondo, ché tutti cristïani imbrigherei; s’i’ fosse ’mperator, sa’ che farei? A tutti mozzarei lo capo a […]

La canzone dell’amore perduto

La canzone dell’amore perduto (Fabrizio De André Genova 18/2/1940 – Milano 11/1/1999) Ricordi sbocciavan le viole con le nostre parole: "Non ci lasceremo mai, mai e poi mai". Vorrei dirti, ora, le stesse cose ma come fan presto, amore, ad appassire le rose, così per noi. L’amore che strappa i capelli è perduto ormai, non […]

Jan Palach

Io oso (Jan Palach Praga, Repubblica Ceca 11/8/1948 – Praga, Repubblica Ceca 19/1/1969) Io oso perché tu osi perché lui osa perché noi osiamo perché voi osate perché loro non osano. Nel tardo pomeriggio del 16 gennaio 1969 Jan Palach si recò in piazza San Venceslao, al centro di Praga, e si fermò ai piedi […]

Khorakhané (A Forza Di Essere Vento)

Khorakhané (A Forza Di Essere Vento) (Fabrizio De André Genova 18/2/1940 – Milano 11/1/1999) Il cuore rallenta la testa cammina in quel pozzo di piscio e cemento a quel campo strappato dal vento a forza di essere vento Porto il nome di tutti i battesimi ogni nome il sigillo di un lasciapassare per un guado […]

La Guerra Di Piero

La Guerra Di Piero (Fabrizio De André Genova, 18/2/1940 – Milano, 11/1/1999)   Dormi sepolto in un campo di grano non è la rosa non è il tulipano che ti fan veglia dall'ombra dei fossi ma son mille papaveri rossi lungo le sponde del mio torrente voglio che scendano i lucci argentati non più i […]

Wendell P. Bloyd – Un blasfemo

Wendell P. Bloyd (Edgar Lee Masters Garnett, Kansas, Usa 23/8/1868 – Melrose, Pennsylvania, Usa 5/3/1950) Prima mi accusarono di condotta molesta, non essendoci leggi contro la bestemmia. Poi mi rinchiusero in manicomio e fui ammazzato di botte da un sorvegliante cattolico. Il mio torto fu questo: dissi che Dio mentì ad Adamo e lo destinò […]

Vai alla barra degli strumenti