L’orizzonte

L’orizzonte
(Ernst Jandl Vienna, Austria 1/8/1925 – Vienna, Austria 9/6/2000)

In fondo l’orizzonte non è che una riga
che digrada sempre più
verso il basso

Lo fa piano piano
fin quando al di sopra
anche il cielo annerisce e scompare

Dello stesso autore: Sentenza

Sentenza

Sentenza
(Ernst Jandl Vienna, Austria 1/8/1925 – Vienna, Austria 9/6/2000)

le poesie di quest’uomo non servono a niente
innanzi tutto
ne strofinai una sulla pelata.
inutilmente. non favorì la crescita dei capelli.
dopo
ne passai una sui miei foruncoli. questi
nel giro di due giorni acquistarono la grandezza di patate medie.
i medici sbalordirono.
dopo
ne cucinai due in padella.
un po’ scettico, non ne mangiai io stesso.
ne morì il mio cane.
dopo
ne utilizzai una come preservativo.
pagai l’aborto.
dopo
ne appiccicai una sull’occhio
ed entrai in un club elegante
il portiere
mi fece lo sgambetto e caddi.
dopo
pronunciai la suddetta sentenza.