È quel che è

È assurdo
dice la ragione
È quel che è
dice l’amore

È infelicità
dice il calcolo
Non è altro che dolore
dice la paura
È vano
dice il giudizio
È quel che è
dice l’amore

È ridicolo
dice l’orgoglio
È avventato
dice la prudenza
È impossibile
dice l’esperienza
È quel che è
dice l’amore

— ERICH FRIED —

 

immagine dal web

Imprevisto

Imprevisto
(
Erich Fried Vienna, Austria 6/5/1921 – Baden-Baden, Germania 22/11/1988)

Che io sia
troppo vecchio
per te
o che tu sia
troppo giovane per me
sono certo
argomenti seri
decisivi
nelle botteghe degli apprendisti
dove
le persone ragionevoli
si confezionano su misura
il loro ben calcolato futuro
secondo regole precise.

Dello stesso autore: Bambini a sinistraBrmaça ira?Come ti si dovrebbe baciareÈ quel che èLa vitaMolte coseNessun RiparoTeVecchiaia

È quel che è

È quel che è
(
Erich Fried Vienna, Austria 6/5/1921 – Baden-Baden, Germania 22/11/1988)

È assurdo
dice la ragione
È quel che è
dice l’amore

È infelicità
dice il calcolo
Non è altro che dolore
dice la paura
È vano
dice il giudizio
È quel che è
dice l’amore

È ridicolo
dice l’orgoglio
È avventato
dice la prudenza
È impossibile
dice l’esperienza
È quel che è
dice l’amore.

(da: “È quel che è”, 1988)

ça ira?

ça ira?
(
Erich Fried Vienna, Austria 6/5/1921 – Baden-Baden, Germania 22/11/1988)

I crimini di ieri
hanno
cancellato
le commemorazioni
dei crimini dell'altro ieri

Di fronte
ai crimini di oggi
ci affaccendiamo
con le commemorazioni
dei crimini di ieri

I crimini di domani
cancelleranno
noi uomini d'oggi
senza commemorazioni
se non li impediremo.

(da: “E' quel che è”, 1988)

Molte cose

Molte cose
(
Erich Fried Vienna, Austria 6/5/1921 – Baden-Baden, Germania 22/11/1988)

Molte cose
possono essere ridicole
per esempio
baciare
il telefono quando
vi ho sentito
la tua voce
Ancora più ridicolo
e triste
sarebbe
non baciare
il telefono
se non posso
baciare te

La vita

La vita
(
Erich Fried Vienna, Austria 6/5/1921 – Baden-Baden, Germania 22/11/1988)


La vita
sarebbe
forse più semplice
se io
non ti avessi mai incontrata

Meno sconforto
ogni volta
che dobbiamo separarci
meno paura
della prossima separazione
e di quella che ancora verrà

E anche meno
di quella nostalgia impotente
che quando non ci sei
pretende l'impossibile
e subito
fra un istante
e che poi
giacché non è possibile
si sgomenta
e respira a fatica

La vita
sarebbe forse
più semplice
se io
non ti avessi incontrata
Soltanto non sarebbe
la mia vita

Dedicata alla mia Signora

Vecchiaia

Vecchiaia
(
Erich Fried Vienna, Austria 6/5/1921 – Baden-Baden, Germania 22/11/1988)

Alla fine forse
saluterò di nuovo gentilmente

come da bambino
quando ero solo:
“buongiorno, signor fiore”
“buonasera, signor albero”
inchinandomi
e toccandoli con la mano
li ringrazierò
per avermi concesso il loro tempo.

Solo che mi rispondano
dicendomi anche loro “buongiorno”
e “buonasera”
non lo crederò più.

O forse si?
è di questo che ho paura.

Bambini a sinistra

Bambini a sinistra
(
Erich Fried Vienna, Austria 6/5/1921 – Baden-Baden, Germania 22/11/1988)

Chi dice ai bambini
dovete pensare a destra
è di destra
chi dice ai bambini
dovete pensare a sinistra
è di destra
Chi dice ai bambini
non dovete pensare affatto
è di destra
chi dice ai bambini
quel che pensate è indifferente
è di destra
Chi dice ai bambini
quello che lui pensa
e dice loro anche
che vi potrebbe essere qualcosa di sbagliato
è forse
di sinistra.