Miles gloriosus

Miles gloriosus (Ennio Cavalli n. a Forlì il 29/10/1947) Batte i tacchi un esercito di Patate al sommo del rispetto per pochi Radicchi selezionati. Batte i tacchi in Brasile Spagna Cile e nei limiti di un’adeguata nostalgia insomma nel solito linguaggio del coscritto (piedi puzzolenti rintanati sopra i tacchi) li batte quaggiù, al nostro reparto. […]

Gitano altrove

Gitano altrove (Ennio Cavalli n. a Forlì il 29/10/1947) Lascio segni impercettibili, briciole del mio pane: qualche bottone perso per il mondo, un foglio sotto la zampa del tavolo che dondolava, dei graffi sul tronco dell’eucalyptus, coriandoli agli incroci che inghiottirono donne fatali, un verso per il pomodoro ai profumi del Messico. Sono un padre […]

Trent’anni

Trent’anni (Ennio Cavalli n. a Forlì il 29/10/1947) Sono padre del bimbo che a dieci anni su questi muscoli trottava incontro a un’abitudine già adulta e con la stessa lingua moltiplicava feste e avvilimenti i crucci perentori, indelebili obiezioni. Un uomo tra germoglio e ramo, vocale liquida nel doppiosenso. Sono padre del bimbo che odiava […]

Erano pareti dell’infanzia

Erano pareti dell’infanzia (Ennio Cavalli n. a Forlì il 29/10/1947) Trottola di martellate contro la vecchia casa, esito di bufera sui muri aggrediti dal bulldozer: erano pareti dell’infanzia i gusci d’intonaco infranto sotto i piedi. Vicino al pozzo dissanguato i kaki hanno chiuso gli ombrelli, ragnatele di fumo avvolgono scatole di giocattoli perduti, intorno all’aiuola […]

Ossigeno

Ossigeno (Ennio Cavalli n. a Forlì il 29/10/1947) In principio l’atmosfera era un orcio sigillato, regno dell’asfissia. Sole e clorofilla aprirono un varco, da allora l’ossigeno sfida gli abissi con le sue bombole. Che bruci un copertone o Roma antica lui di sicuro è il mantice, ventola di penne di cappone. E’ lo schiaffo che […]

Dopoguerra

Dopoguerra (Ennio Cavalli n. a Forlì il 29/10/1947) Si accendono gonne rosse, sigarette. Si gonfiano fisarmoniche e frittelle. Si aprono formaggi, trattative. Teste spavalde e rincuorate sbucano dai quadri di Covili, di Guttuso. Nelle stazioni di Rimini e Ferrara ragazzi in attesa di un treno, di un lancio di dadi: chi uscirà comiziante, chi regista […]

Un bacio sul collo

Un bacio sul collo (Ennio Cavalli n. a Forlì il 29/10/1947) Di giorno ti opponi, ridendo combatti come un samurai. Ma quando dormi sei un gelsomino e la notte cancella il solletico di un bacio sul collo. (Da: Cose proprie, 2003)

Vai alla barra degli strumenti