Ascolta

Ascolta
(Else Lasker-Schüler Elberfeld, Germania 11/2/1869 – Gerusalemme, Israele 22/1/1945)

Io mi prendo nelle notti
Le rose della tua bocca
Che nessun’altra ci beva.

Quella che ti abbraccia
Mi deruba dei miei brividi
Che intorno al tuo corpo io dipinsi.

Io sono il tuo ciglio di strada.
Quella che ti sfiora
Precipita.

Senti il mio vivere
Dovunque
Come orlo lontano?

Della stessa autrice:
Al Barbaro
Segretamente di notte

Segretamente di notte

Segretamente di notte
(Else Lasker-Schüler Elberfeld, Germania 11/2/1869 – Gerusalemme, Israele 22/1/1945)

Ho scelto te
Tra tutte le stelle

Sono sveglia – fiore in ascolto
Nel fogliame ronzante

Le nostre labbra stilleranno miele,
Le nostre notti scintillanti sono sbocciate.

Al beato splendore del tuo corpo
Il mio cuore accende i suoi cieli

Dal tuo oro pende ogni mio sogno,
Ho scelto te tra tutte le stelle.

Della stessa autrice:
Al Barbaro

Al Barbaro

Al Barbaro
(Else Lasker-Schüler Elberfeld, Germania 11/2/1869 – Gerusalemme, Israele 22/1/1945)

Io riposo le notti
sopra il tuo volto.

Sulla steppa del tuo corpo
pianto mandorli e cedri.

Nel tuo petto instancabile cerco
le gioie d’oro di Faraone.

Ma son dure le tue labbra
irrimediabili ai miei prodigi.

Togli allora i tuoi cieli di neve
dalla mia anima –

I tuoi sogni di diamante
mi tagliano le vene.

Io sono Giuseppe e sulla pelle dipinta
porto una cintura di dolcezze.

Tu godi al mormorare spaurito
delle mie conchiglie.

Ma il tuo cuore non lascia più entrare
alcun mare – Oh tu!