Vi sono giorni

Vi sono giorni (Elio Pecora n. a Sant’Arsenio, SA il 5/4/1936) Vi sono giorni, ore, in cui tutto è perduto, ogni gesto inutile, risibile ogni speranza: il corpo vuoto attende il suo disfarsi in quel niente che tante volte s’era presentato – ma era solo una minaccia, un’idea – come l’ultima definitiva salute. In quelle […]

Nelle tue palme dischiuse

Nelle tue palme dischiuse (Elio Pecora n. a Sant’Arsenio, SA il 5/4/1936) Nelle tue palme dischiuse lascia ch’io posi stasera questo mio sonno di lacrime. Né sei più tu chi diceva “andremo..sempre…” Tu vai incontro ad altre parole per strade che non conosco ed io rimango a pensare se tutto fu gioco. Dello stesso autore: […]

Canzone

Canzone (Elio Pecora n. a Sant’Arsenio, SA il 5/4/1936) Posso anche dire che l’amore è eterno, che dura sempre se sta acceso dentro; e vale anche l’amore di domani e quello che chiamammo ieri amore. Ed è amore andarsene in un treno incontro al cielo che si veste d’ombre, il vento che respira nelle foglie, […]

Rondò

Rondò (Elio Pecora n. a Sant’Arsenio, SA il 5/4/1936) Sai la malinconia, quella che viene improvvisa a sfiorarti ed è la luce colma che ti discioglie ed è il segreto svolgersi delle foglie… Sai la malinconia che t’avviluppa… Dello stesso autore: Ancora apprestando la cena

Ancora apprestando la cena

Ancora apprestando la cena (Elio Pecora n. a Sant’Arsenio, SA il 5/4/1936) Ancora apprestando la cena parliamo delle cose di ieri. Sai, come sciarpa tiepida ho avvolto intorno al collo la pena stranamente godendola. Mi racconti i tuoi amori quelli di oggi e quelli che domani attendi, l’amore grande che presto venga a donarti un […]

Vai alla barra degli strumenti