Tardi apparisti, sacra immagine!

Tardi apparisti, sacra immagine! (Dario Bellezza Roma 5/9/1944 – Roma 31/3/1996) Tardi apparisti, sacra immagine! Certo potranno dire di avere il tuo corpo consumato, io solo l’odore della tua anima! Ma sono ancora a ripetere le stanche parole dell’amore, dopo che perversione e peccato via fuggirono da me reso pesante dagli anni. Questa casa è […]

Se viene la guerra

  Giornata internazionale della nonviolenza Se viene la guerra (Dario Bellezza Roma 5/9/1944 – Roma 31/3/1996) Se viene la guerra non partirò soldato. Ma di nuovo gli usati treni porteranno i giovani soldati lontano a morire dalle madri. Se viene la guerra non partirò soldato. Sarò traditore della vana patria. Mi farò fucilare come disertore. […]

Ho paura. Lo ripeto a me stesso…

Ho paura. Lo ripeto a me stesso… (Dario Bellezza Roma 5/9/1944 – Roma 31/3/1996) Ho paura. Lo ripeto a me stesso invano. Questa non è poesia né testamento. Ho paura di morire. Di fronte a questo che vale cercare le parole per dirlo meglio. La paura resta, lo stesso. Ho paura. Paura di Morire. Paura […]

Forse mi prende malinconia a letto…

Forse mi prende malinconia a letto… (Dario Bellezza Roma 5/9/1944 – Roma 31/3/1996) Forse mi prende malinconia a letto se ripenso alla mia vita tempesta e di mattina alzandomi s’involano i vani sogni e davanti alla zuppa di latte annego i miei casi disperati. Gli orli senza miele della tazza screpolata ai quali mi attacco […]

Andiamo a rubare

Andiamo a rubare (Dario Bellezza Roma 5/9/1944 – Roma 31/3/1996) Andiamo a rubare: il furto si addice a un poeta! Nessuno veramente sa che cosa sia, intero, un poeta! Un grande sapiente o veggente? Magari! O soltanto un criminale! Un ladro di lumi, di vite clandestine vissute nel silenzio dei giorni tutti uguali.

Vai alla barra degli strumenti