Albero di Natale

Un "reperto" datato 1943 (ma forse addirittura prima). In piena guerra l’Orchestra dell’EIAR diretta per la circostanza dal Maestro Spaggiari riuniva accanto a se i bimbi del coro di voci bianche creato dall’emittente di stato per la realizzazione dei programmi dedicati all’infanzia dell’epoca per la registrazione di un disco tutto natalizio.

Litanìa

Litanìa (Giorgio Caproni Livorno 7/1/1912 – Roma 22/1/1990) Genova mia città intera. Geranio. Polveriera. Genova di ferro e aria, mia lavagna, arenaria. Genova città pulita. Brezza e luce in salita. Genova verticale, vertigine, aria scale. Genova nera e bianca. Cacumine. Distanza. Genova dove non vivo, mio nome, sostantivo. Genova mio rimario. Puerizia. Sillabario. Genova mia tradita, […]

Le mani delle donne sanno d’ago e di filo

Le mani delle donne sanno d’ago e di filo (Anna Marinelli n. a San Giorgio Jonico, TA il 7/8/19…) Le mani delle donne intrecciano conchiglie di sorprese e s’appuntano asterischi di luna sulle brume dei capelli arrotolati. Sciolgono silenzi di vetro al crogiolo sempre acceso delle loro bocche, intessendo arazzi d’accoglienza. Le mani delle donne sanno […]

Un emisfero in una chioma

Un emisfero in una chioma (Charles Baudelaire Parigi, Francia 9/4/1821 – Parigi, Francia 31/8/1867) Lasciami respirare a lungo, a lungo, l’odore dei tuoi capelli. affondarvi tutta la faccia, come un assetato nell’acqua di una sorgente, e agitarli con la mano come un fazzoletto odoroso, per scuotere dei ricordi nell’aria. Se tu sapessi tutto quello che […]

Vai alla barra degli strumenti