Tienimi, al caldo

Tienimi, al caldo
(Chandra Livia Candiani n. a Milano nel 1952)

Tu tienimi
e io mi trasformerò in meraviglia
tra le tue mani,
al caldo,
quel caldo che di notte fa crescere il grano.
Porta
il corpo amato,
come vita segreta –
preservata –
sotto lo spesso ghiaccio
della memoria.
Tu tienimi
come guscio di noce
nel pugno
fessura tra i mondi.
C’è silenzio tra te e me
c’è perla.
Ti tengo.

(Da: La bambina pugile ovvero la precisione dell’amore, Einaudi, 2014)

Della stessa autrice:
L’universo non ha un centro

L’universo non ha un centro…

L’universo non ha un centro…
(Chandra Livia Candiani n. a Milano nel 1952)

L’universo non ha un centro,
ma per abbracciarsi si fa cosí:
ci si avvicina lentamente
eppure senza motivo apparente,
poi allargando le braccia,
si mostra il disarmo delle ali,
e infine si svanisce,
insieme,
nello spazio di carità
tra te
e l’altro.

(Da: La bambina pugile ovvero la precisione dell’amore, Einaudi, 2014)