Un dolce pomeriggio d’inverno

Un dolce pomeriggio d’inverno (Carlo Betocchi Torino 23/1/1899 – Bordighera, IM 25/5/1986) Un dolce pomeriggio d’inverno, dolce perché la luce non era piú che una cosa immutabile, non alba né tramonto, i miei pensieri svanirono come molte farfalle, nei giardini pieni di rose che vivono di là, fuori del mondo. Come povere farfalle, come quelle […]

Non ho più che lo stento di una vita

Non ho più che lo stento di una vita (Carlo Betocchi Torino 23/1/1899 – Bordighera, IM 25/5/1986) Non ho più che lo stento d’una vita che sta passando, e perduto il suo fiore mette spine e non foglie, e a malapena respira. Eppure, senza acredine. C’è quell’amore nascosto, in me, quanto più miserevole pudico, quel […]

Pianto di freddo

Pianto di freddo (Carlo Betocchi Torino 23/1/1899 – Bordighera, IM 25/5/1986) Pianto di freddo ai vetri, d’inverno, quando appena è cielo, del poco cielo, la nudità recondita che si veste d’un velo, ed a me non è dato di conoscere nulla, sono un cuore che sente, ignoranza m’annulla vastamente… Alleluja! Alleluja, fraterni pianti sull’umida lastra […]

Fraterno tetto

Fraterno tetto (Carlo Betocchi Torino 23/1/1899 – Bordighera, IM 25/5/1986) Fraterno tetto; cruda città; clamore e strazio quotidiano; o schiaffeggiante vita, vita e tormento alla mia anziana età: guardatemi! sono il più càduco, tra voi; un rudere pieno di colpe sono… ma un segno che qualcosa non tramonta col mio tramonto: resiste la mia pazienza, […]

A quest’età

A quest’età (Carlo Betocchi Torino 23/1/1899 – Bordighera, IM 25/5/1986) A quest’età la vita che rallenta si riveste di una grossa corteccia entro la quale l’anima è non meno tenera, ma soltanto più solitaria. Ivi la vita sente e ripensa se stessa con i medesimi palpiti; ma la dolce fruizione dei sensi per lei va […]

Il tempo ci rapisce, e il cielo è solo

Il tempo ci rapisce, e il cielo è solo (Carlo Betocchi Torino 23/1/1899 – Bordighera, IM 25/5/1986)   Il tempo ci rapisce, e il cielo è solo anche di queste rondini che il volo intrecciano, pericolosamente, come chi va cercando nella mente qualche nome perduto… e il ritrovarlo nemmeno conta, poiché ormai è già sera. […]

Ciò che occorre è un uomo

Ciò che occorre è un uomo (Carlo Betocchi Torino 23/1/1899 – Bordighera, IM 25/5/1986) Ciò che occorre è un uomo non occorre la saggezza, ciò che occorre è un uomo in spirito e verità; non un paese, non le cose ciò che occorre è un uomo un passo sicuro e tanto salda la mano che […]

Vai alla barra degli strumenti