Breve dialogo con il corpo

Breve dialogo con il corpo
(Biagia Marniti Ruvo di Puglia, BA 15/3/1921 – Roma 6/3/2006)

Porti questo corpo come un peso
ma prima era il corpo
ad essere la tua vita.
Slanciato il corpo camminava
e lo seguivi, docile e indomita;
correvi, per le strade le macchine
non avevano per te problemi
il corpo dominava
e sorridevi.
Il corpo, ora, più non ti risponde
e conta gli anni anche se non si notano.
Adesso sei tu a portare il corpo
ed affrontare la quotidianità.

dicembre 1999

Della stessa autrice: Ritratto d’agosto

Ritratto d’agosto

Ritratto d’agosto
(Biagia Marniti Ruvo di Puglia, BA 15/3/1921 – Roma 6/3/2006)

Si siede e attende la morte
il vecchio dagli allentati tendini.
Matura le ore sul terrazzo
e immobile
ricorda la sua giovinezza
i suoi tumulti, la sua gioia.
Si rivede ragazzo, poi atleta
e sorride.
Il sole abbronza le sue mani e il volto.

Fu. Esiste. Dove andrà?

(da Il gomitolo di cera, 1990)