Per scappare da qui

Per scappare da qui
(Benedetta Pisi)

Per scappare da qui mi farò
piccolo,

come foglia, bacca, granello

Il fiato dello scoppio mi porterà
lontano,
dove non c’è terra, non c’è mano
e uragano che piange

Perché qui è l’inferno
nascondimento inverno,
buio il giorno,
luci violente la notte

Per scappare da qui mi farò
minuscolo

Come ciglia, polvere, scheggia

Le urla dei fratelli mi spingeranno
ad andare.

E scappare da qui sarà
volare

Perché qui è nebbia d’un odore bruciato,
soffocante l’inverno,
freddo il deserto
ché il sole s’è oscurato

Siria,
ma non eri fatta di stelle?
Se scappo riuscirò a dimenticare?

Mi guardo le mani
Son piccolo, mi conviene andare
Un cielo disfatto,
io,
non lo so riparare