Necrologio per una zanzara

Necrologio per una zanzara
(Barbara Pumhösel n. a Neustift bei Scheibbs, Austria il 19/6/1959)

L’ho ammazzata io.
Era tanto che mi tormentava.
Aveva preso di mira
le mie caviglie ed io
ero un facile bersaglio
finché – sbaglio fatale –
non si è posata sulla “Sera
d’Inverno” di Puškin
che tenevo aperta
per rinfrescare un poco
con turbini di neve e bufera
la notte afosa di questo
spietato agosto fiorentino.
È morta tra l’originale
e la traduzione a fronte.
Una bella fine –
che altro si può dire?

(Da: Prugni)