Roma

Roma (Attilio Bertolucci Parma 18/11/1911 – Roma 14/6/2000) L’Epifania è così mite qui come se già fosse aprile, ma le nuvole sono quelle dell’anno nuovo che inumidiscono gli occhi, a guardarle, perché così simili a quelle degli anni che non sono più. Si muovono lente, bianche o d’un grigio chiaro sul cielo celeste tramutantesi in […]

Ritorna ai rami

Ritorna ai rami (Attilio Bertolucci Parma 18/11/1911 – Roma 14/6/2000) Ritorna ai rami il fuoco di gennaio intenerito, di neve i colli non lontani rallegrano l’ozioso pomeriggio alle porte della città. Il giorno è popoloso sino a che s’accende sul ponte il lampione e inonda l’acqua di ferro fiorito. Dello stesso autore: Amore a me […]

Ottobre

Ottobre (Attilio Bertolucci Parma 18/11/1911 – Roma 14/6/2000) Nei mattini d’ottobre quando i sogni di me fanciullo cominciavano a empirsi di brezza e di voci (qualcuno aveva aperto una finestra e se n’era andato lieve) il treno che passava a quell’ora non lontano, con la sua criniera di fumo e i fischi, mi dava un […]

Gli anni

Gli anni (Attilio Bertolucci Parma 18/11/1911 – Roma 14/6/2000) Le mattine dei nostri anni perduti i tavolini nell’ombra soleggiata dell’autunno, i compagni che andavano e tornavano, i compagni che non tornarono più, ho pensato ad essi lietamente. Perché questo giorno di settembre splende così incantevole nelle vetrine in ore simili a quelle d’allora, quelle d’allora […]

Mattino d’autunno

Mattino d’autunno (Attilio Bertolucci Parma 18/11/1911 – Roma 14/6/2000) Un pallido sole che scotta come se avesse la febbre e fa sternutire quando la gioia d’esser giovani e di passeggiare di mattina per i viali quasi deserti è al colmo, illumina l’erba bagnata e la facciata rosa di un palazzo. Tutto è gioviale buongiorno e […]

E viene un tempo

E viene un tempo (Attilio Bertolucci Parma 18/11/1911 – Roma 14/6/2000) E viene un tempo che la tua persona si fa maturando più dolce, si screzia il tuo volto di bruna come i fiori che ami, i garofani e i gerani dell’umida primavera di qui. Gli anni sono passati, sull’intonaco inverdito di muffa luce e […]

Ottobre

Ottobre (Attilio Bertolucci Parma 18/11/1911 – Roma 14/6/2000) Sporge dal muro di un giardino La chioma gialla di un albero. Ogni tanto lascia cadere una foglia Sul marciapiede grigio e bagnato. Estasi, un sole bianco fra le nubi Appare, caldo e lontano, come un santo. Muto è il giorno, muta sarà la notte Simile ad […]

Estiva

Estiva (Attilio Bertolucci Parma 18/11/1911 – Roma 14/6/2000) Che ora è questa che saluta il muro sbiadito con calda luce e silenzioso cenno, e sommuove l’aria tremante di giugno? Ardi immobile, azzurro, lustrate foglie della magnolia e tu fiore profuma il giorno, consuma i tuoi petali bianchi sino alla dissoluzione, a noi gli occhi chiusi […]

La rosa bianca

La rosa bianca (Attilio Bertolucci Parma 18/11/1911 – Roma 14/6/2000) Coglierò per te l’ultima rosa del giardino, la rosa bianca che fiorisce nelle prime nebbie. Le avide api l’hanno visitata sino a ieri, ma è ancora così dolce che fa tremare. È un ritratto di te a trent’anni, un po’ smemorata, come tu sarai allora. […]

Settembre

Settembre (Attilio Bertolucci Parma 18/11/1911 – Roma 14/6/2000) Chiaro cielo di settembre illuminato e paziente sugli alberi frondosi sulle tegole rosse fresca erba su cui volano farfalle come i pensieri d’amore nei tuoi occhi giorno che scorri senza nostalgie canoro giorno di settembre che ti specchi nel mio calmo cuore.

Vai alla barra degli strumenti