Vorrei diventare acqua

Vorrei diventare acqua (Canto armeno del XIX sec.) Vorrei diventare acqua, confondermi ai fiumi dell’acqua abbondante, risalire alla loro sorgente. Così la mia bella verrebbe a riempire la brocca, nella brocca entrerei gorgogliando. Lei metterebbe la brocca sulla spalla: io le sgocciolerei per i seni.

Ascoltami

Ascoltami (Anonimo) Ascolta per favore, ho bisogno di parlarti, concedimi solamente qualche istante. Accetta quello che vivo, quello che sento senza reticenza, senza giudicare. Ascoltami, per favore, ho bisogno di parlare, non bombardarmi di domande, consigli, idee. Non sentirti obbligato a risolvere le mie difficoltà. Mancheresti tu di fiducia nelle mie capacità? Ascoltami per favore, […]

Tutto crolla, tranne noi

Tutto crolla, tranne noi (Anonimo) Derûa un pónte, Derûa unn-a stradda, Derûan i nervi de chi, Segûo, O pénsa: Poéivo êse la. Derûa unn-a çitæ, Oua ciú izolà, Derûa a sò economía, Frágile e insegûa. Derûa a fêde, Ne-o çè, Ne-o destìn, Ne-a vitta. Derûan e brássa De chi o spála, Derûa, pezánte, O magón, […]

Per ricordare

Giornata internazionale di supporto alle vittime della tortura Per ricordare (Letizia) Tante, troppe cose l’uomo non deve dimenticare. Per non dimenticare la Shoah per non dimenticare il fratello negro schiavizzato torturato martoriato, per non dimenticare la crudeltà dei cuori, per non dimenticare il pianto innocente di un bimbo fra braccia tenere inerti, per non dimenticare […]

Il massacro dei trecentoventi

  Eccidio delle Fosse Ardeatine 1944 – 2017 Il massacro dei trecentoventi (Anonimo laziale 1944 Questa canzone, scritta in un miscuglio di italiano e di qualche dialetto laziale rustico, circolava scritta a mano di foglietto in foglietto nella Roma del 1944, dopo l’eccidio delle Fosse Ardeatine.) Padre Celeste, Iddio di tanto amore d’una forza mia […]

Fratelli miei

Fratelli miei (Poesia Sioux) Guardate, fratelli miei, la primavera è arrivata; la terra ha ricevuto l’abbraccio del sole e noi vedremo presto i risultati di questo amore! Ogni seme si è svegliato. E così anche tutta la vita animale. È grazie a questo potere che noi esistiamo. Noi perciò dobbiamo concedere ai nostri vicini, anche […]

Giorno di Natale

Giorno di Natale (Tom Ypres, Belgio 24-25 dicembre 1914) Janet, sorella cara, sono le due del mattino e la maggior parte degli uomini dormono nelle loro buche, ma io non posso addormentarmi se prima non ti scrivo dei meravigliosi avvenimenti della vigilia di Natale. In verità, ciò che è avvenuto è quasi una fiaba, e […]

Lettere d’amore mai spedite di migranti morti in mare

Lettere d’amore mai spedite di migranti morti in mare (Anonimo) Mio adorato amore, per favore non morire, io ce l’ho quasi fatta. Dopo mesi e giorni di viaggio sono arrivato in Libia. Domani mi imbarco per l’Italia. Che Allah mi protegga. Quello che ho fatto, l’ho fatto per sopravvivere. Se mi salverò, ti prometto che […]

La conquista islamica

La conquista islamica (Anonimo del VII/VIII secolo d.C.) Distrutti sono i luoghi di preghiera, i fuochi sono spenti. I più grandi tra i grandi si sono nascosti. Gli arabi crudeli abbattevano i villaggi dei contadini fino a Sharazur. Prendevano come schiave le loro mogli, le loro figlie. Uomini valorosi si rotolavano nel sangue. I riti […]

A sud del grande mare

A sud del grande mare (Anonimo del I secolo d.C.) L’amore mio dimora A Sud del grande mare. Che gli posso mandare In guisa di saluto? Due perle e un pettine di tartaruga, Glieli voglio mandare dentro un astuccio di giada. Ma mi hanno detto che non è fedele; Mi han detto che ha scagliato […]

Vai alla barra degli strumenti