La passeggiata

La passeggiata (Anna Andreevna Achmatova Bol’soj Fontan, Ucraina 23/6/1889 – Mosca, Russia 5/3/1966) La piuma urtò il tetto del calesse. Io lo guardai negli occhi. Il cuore si struggeva, non sapendo nemmeno la causa della pena. Sera senza vento, avvinta di tristezza sotto l’arco del cielo nuvoloso, il Bois de Boulogne pareva tracciato a china […]

Ultimo brindisi

 Le poesie delle donne Ultimo brindisi (Anna Andreevna Achmatova Bol’soj Fontan, Ucraina 23/6/1889 – Mosca, Russia 5/3/1966) Bevo a una casa distrutta, alla mia vita sciagurata, a solitudini vissute in due e bevo anche a te: all’inganno di labbra che tradirono, al morto gelo dei tuoi occhi, ad un mondo crudele e rozzo, ad un […]

La sentenza

La sentenza (Anna Andreevna Achmatova Bol’soj Fontan, Ucraina 23/6/1889 – Mosca, Russia 5/3/1966) E sul mio petto ancora vivo piombò la parola di pietra. Non fa nulla, vi ero pronta, in qualche modo ne verrò a capo. Oggi ho da fare molte cose: occorre sino in fondo uccidere la memoria, occorre che l’anima impietrisca, occorre […]

C’è nell’intimità degli uomini un confine

C’è nell’intimità degli uomini un confine (Anna Andreevna Achmatova Bol’soj Fontan, Ucraina 23/6/1889 – Mosca, Russia 5/3/1966) C’è nell’intimità degli uomini un confine che né l’amore, né la passione possono osare: le labbra si fondono nel terribile silenzio e il cuore si spezza per amore. Anche l’amicizia qui è impotente, e gli anni pieni di […]

All’amato

All’amato (Anna Andreevna Achmatova Bol’soj Fontan, Ucraina 23/6/1889 – Mosca, Russia 5/3/1966) Non mandarmi un colombo, non scrivere lettere inquiete, non soffiarmi nel volto come il vento di marzo. Io sono entrata ieri in un verde paradiso, dov’è quiete per il corpo e per l’anima sotto una tenda di ombrosi pioppi. E di qui vedo […]

Tante preghiere ha sempre l’amata!

 Le poesie delle donne Tante preghiere ha sempre l’amata! (Anna Andreevna Achmatova Bol’soj Fontan, Ucraina 23/6/1889 – Mosca, Russia 5/3/1966) Tante preghiere ha sempre l’amata! Chi più non è amata non ha preghiere. Come sono felice che l’acqua oggi stagni già sotto il ghiaccio incolore. Scenderò anche io – Cristo pietà! – su questa coltre, […]

Giunse l’estate

Giunse l’estate (Anna Andreevna Achmatova Bol’soj Fontan, Ucraina 23/6/1889 – Mosca, Russia 5/3/1966) S’era intorno placato il cupo mare, tornavano le rondini nei nidi, la terra di papaveri era rossa, felicità tornò lungo la riva. Giunse l’estate in una notte sola, e così non si vide primavera. Della stessa autrice: L’amore – La corsa del […]

L’amore

L’amore (Anna Andreevna Achmatova Bol’soj Fontan, Ucraina 23/6/1889 – Mosca, Russia 5/3/1966) Ora come un serpente acciambellato Ammalia proprio vicino al cuore, Ora per giorni interi come un colombo Tuba sulla bianca finestra, Ora lampeggia sulla brina smagliante, Appare nel sopore della violacciocca… Ma sicuro e segreto si allontana Dalla gioia e dalla pace. Sa […]

La corsa del tempo

Le poesie delle donne La corsa del tempo (Anna Andreevna Achmatova Bol'soj Fontan, Ucraina 23/6/1889 – Mosca, Russia 5/3/1966) Vivo come il cuculo dell'orologio, non invidio gli uccelli nei boschi. Mi danno la carica e canto. Sai, una simile sorte solo a un nemico posso augurarla. (1911)

Vai alla barra degli strumenti