Pedro del faro

Pedro del faro (Alida Airaghi n. a Verona nel 1953) Lo chiamavano Pedro – ma non era spagnolo – per il baffo spiovente, la voce suadente, l’aspetto gitano e marino, un destino di sole e di acqua nel sangue, imbastito di scarne parole. Da vent’anni viveva nel faro, che era sua moglie e sua mamma […]

Il lago

Il lago (Alida Airaghi n. a Verona nel 1953) I Non sono onde. Ne avrebbero forse l’intenzione; increspature leggere, rughe dell’acqua, e basta. Non sarà mai tempesta, questo lago, scarso coraggio di farsi mare: se accoglie un fiume, lo placa, lo annulla in una quiete casta. E così niente corse né fughe di pesci, ma […]

Metto la tua vestaglia…

Metto la tua vestaglia… (Alida Airaghi n. a Verona nel 1953) Metto la tua vestaglia, papà quando di notte ho freddo. In cucina compio antichi gesti, esitanti: ripiego la tovaglia, scaldo l’acqua del tè. Come ti assomiglia la ragazzina che ti sedeva di fronte mentre controllavi i tuoi conti. Lei, immersa nei suoi libri e […]

Vai alla barra degli strumenti