Ragazza pensile

Ragazza pensile (Alessandro Parronchi Firenze 26/12/1914 – Firenze 6/1/2007) Ed io non porterò più invidia al giorno, se dove l’ombra della sera inchina una stridula voce di bambina ai bei rami sarà tessuta intorno. Già i tenebrosi allori al roseo corno della luna s’impigliano, e vicina a noi è la selva dove in ghiaccia brina […]

Lied

Lied (Alessandro Parronchi Firenze 26/12/1914 – Firenze 6/1/2007) A un soffio di vento dell’alba ha tremato la stella, poi veli su veli di luce la vincono. Invade i marosi del cielo l’inverno e sconvolge quei rami d’ulivo un vento che strappa l’amico all’amico, che strugge i ricordi, che annulla per sempre nel bianco dell’alba la […]

A mio padre, in sogno

A mio padre, in sogno (Alessandro Parronchi Firenze 26/12/1914 – Firenze 6/1/2007) Sorridi un poco e te ne vai pensoso. E ad un tratto con lacrime mi chiedo quanto tempo è che al petto non ti stringo non afferro da amico quelle braccia. La memoria ha insensibili naufragi. Scolora come il cielo di settembre sotto […]

A che pensi?

A che pensi? (Alessandro Parronchi Firenze 26/12/1914 – Firenze 6/1/2007) – A che pensi? – La tua voce mi coglie mentre guardo il paesaggio rispecchiato sul buio della stanza. Per un poco l’eco delle parole si sospende al silenzio che le fa più gravi, poi: – A che pensi? – E il tuo viso si […]

Vai alla barra degli strumenti