Io canto le Donne prevaricate dai bruti

 Le poesie delle donne Io canto le Donne prevaricate dai bruti (Alda Merini Milano 21/3/1931 – Milano 1/11/2009) Io canto le Donne prevaricate dai bruti la loro sana bellezza, la loro ‘non follia’ il canto di Giulia io canto riversa su un letto la cantilena dei Salmi, delle anime ‘mangiate’ il canto di Giulia aperto […]

Natale 1989

Natale 1989 (Alda Merini Milano 21/3/1931 – Milano 1/11/2009) Natale senza cordoglio e senza false allegrie… Natale senza corone e senza nascite ormai: l’inverno che già sfiorisce non vede il suo "capitale", non vede un tacito figlio che forse in un giorno d’inverno buttò i suoi abiti ai rovi. Della stessa autrice: A Eugenio Montale […]

Come tutti i poeti

Come tutti i poeti (Alda Merini Milano 21/3/1931 – Milano 1/11/2009) Come tutti i poeti io sono una persona deludente una che batte la fiacca una che forse preferisce alla quotidianità qualche certezza ancora più bella quella della vita. E te lo dico sopra le ceneri di Dante proprio adesso che sto scrivendo un libro. […]

A Eugenio Montale

A Eugenio Montale (Alda Merini Milano 21/3/1931 – Milano 1/11/2009) I tuoi acini d’oro, i limoni perduti nel grembo di altre donne che ti hanno solo sognato. Capita anche a me, Maestro, di aver fatto l’amore con quelli che non ho mai conosciuto. Della stessa autrice: A tutte le donne – Bambini – Banche – […]

Per Giovanni Falcone

    22° ANNIVERSARIO DELLA STRAGE DI CAPACI Per Giovanni Falcone (Alda Merini Milano 21/3/1931 – Milano 1/11/2009) La mafia sbanda, la mafia scolora la mafia scommette, la mafia giura che l’esistenza non esiste, che la cultura non c’è, che l’uomo non è amico dell’uomo. La mafia è il cavallo nero dell’apocalisse che porta in […]

Lirica Antica

Lirica Antica (Alda Merini Milano 21/3/1931 – Milano 1/11/2009) Caro, dammi parole di fiducia per te, mio uomo, l’unico che amassi in lunghi anni di stupido terrore, fa che le mani m’escano dal buio incantesimo amaro che non frutta… Sono gioielli, vedi, le mie mani, sono un linguaggio per l’amore vivo ma una fosca catena […]

Una volta sognai

Una volta sognai (Alda Merini Milano 21/3/1931 – Milano 1/11/2009) Una volta sognai di essere una tartaruga gigante con scheletro d’avorio che trascinava bimbi e piccini e alghe e rifiuti e fiori e tutti si aggrappavano a me, sulla mia scorza dura. Ero una tartaruga che barcollava sotto il peso dell’amore molto lenta a capire […]

La pace

 Giornata Internazionale della Pace La pace (Alda Merini Milano 21/3/1931 – Milano 1/11/2009) La pace che sgorga dal cuore e a volte diventa sangue, il tuo amore che a volte mi tocca e poi diventa tragedia la morte qui sulle mie spalle, come un bambino pieno di fame che chiede luce e cammina. Far camminare […]

Ragazza, tu che sfiori la mia mente…

 Addio a Teresa Mattei, partigiana e femminista Fu sua l’idea della mimosa, per la festa dell’8 marzo. E riuscì a spuntarla su Luigi Longo, che voleva regalare le violette, come era d’uso in Francia. Ma a Teresa Mattei apparve più giusto un fiore povero, quel velluto giallo diffuso nelle campagne. Ragazza, tu che sfiori la […]

Banche

Banche (Alda Merini Milano 21/3/1931 – Milano 1/11/2009) Le Banche hanno sempre nascosto l’asso nella manica. Ho il conto in rosso perché molta gente si masturba a mio carico. La banca è il più grande teatro di non pensiero. (Da: Aforismi e Magie – BUR) Della stessa autrice: A tutte le donne – Bambini – […]

Vai alla barra degli strumenti