Io, mia Delia…

Io, mia Delia… (Albio Tibullo Gabii o Pedum 54 a.C. circa – Roma, 19 a.C.)   Io, mia Delia, non inseguo la gloria: pur di restare con te non m’importa che mi chiamino incapace e indolente. Voglio specchiarmi in te quando verrà la morte e in fin di vita tenerti con la mano che s’abbandona. […]

Quale felicità…

Quale felicità… (Albio Tibullo Gabii o Pedum 54 a.C. circa – Roma, 19 a.C.)   Quale felicità, mentre si è distesi, ascoltare le raffiche dei venti e stringere in tenero abbraccio la donna cui appartieni; quando l’Austro nel tempo invernale verserà acqua gelida dal cielo cedere, senza pensieri, al sonno, con il rumore invitante della […]

Vai alla barra degli strumenti