Mano nell’ingranaggio

Mano nell’ingranaggio (Ada Negri Lodi 3/2/1870 – Milano 11/1/1945) Rôtan le cinghie, stridono le macchine; Indefessi ne l’opre, allegri canti Vociano i lavoranti. Ma un dissennato grido a un tratto levasi; E pare lacerante urlo di belva Ferita in una selva. Fra i denti acuti un ingranaggio portasi – Povera donna bionda e mutilata!… – […]

Il dono

Il dono (Ada Negri Lodi 3/2/1870 – Milano 11/1/1945) Il dono eccelso che di giorno in giorno e d’anno in anno da te attesi, o vita (e per esso, lo sai, mi fu dolcezza anche il pianto), non venne: ancor non venne. Ad ogni alba che spunta io dico: “È oggi”: ad ogni giorno che […]

Pasqua

Pasqua (Ada Negri Lodi 3/2/1870 – Milano 11/1/1945) E con un ramo di mandorlo in fiore, a le finestre batto e dico: «Aprite! Cristo è risorto e germinan le vite nuove e ritorna con l’april l’amore Amatevi tra voi pei dolci e belli sogni ch’oggi fioriscon sulla terra, uomini della penna e della guerra, uomini […]

Fine

Fine (Ada Negri Lodi 3/2/1870 – Milano 11/1/1945) La rosa bianca, sola in una coppa di vetro, nel silenzio si disfoglia e non sa di morire e ch’io la guardo morire. Un dopo l’altro si distaccano i petali; ma intatti: immacolati: un presso l’altro con un tocco lieve posano, e stanno: attenti, se un prodigio […]

Tempo

Tempo (Ada Negri Lodi 3/2/1870 – Milano 11/1/1945) Giorno per giorno, anno per anno, il tempo nostro cammina! L’ora ch’è sì lenta al desiderio, tu la tocchi infine con le tue mani; e quasi a te non credi, tanta è la gioia: l’ora che giammai affrontare vorresti, a cauto passo ti s’accosta e t’afferra – […]

Pensiero d’Aprile

Pensiero d’Aprile (Ada Negri Lodi 3/2/1870 – Milano 11/1/1945) Eppure è bella, anima mia, la vita: non fosse che pei giorni in cui le foglie giocano a quale per la prima spunti sui rami; e tu le vedi, così tenere e trasparenti, che ti s’apron l’ali nel rimirarle. Come puoi del mondo tante cose sapere, […]

Lettere

Lettere (Ada Negri Lodi 3/2/1870 – Milano 11/1/1945) Brevi erano le tue lettere, precise, tutte muscolo e nervo, di mano più usa al compasso, alla squadra, al gesto del duro comando. Dicevan le semplici cose con semplici nude parole; ma due ne portavano in fine, due, sempre le stesse: “Sei mia”. E quando ella giungeva, […]

Il sole e l’ombra

Il sole e l’ombra (Ada Negri Lodi 3/2/1870 – Milano 11/1/1945) Sole di mezzogiorno, nel luglio felice, sulla piazza deserta: piazza lontana di città lontana, tu ed il tuo uomo, e quello era il mondo. Bianca nella tua veste, bianca vibratile fiamma tu pure, nell’abbaglio d’incendio dell’aria. Bianco il tuo riso perduto nel riso di […]

Fontana di luce

Fontana di luce (Ada Negri Lodi 3/2/1870 – Milano 11/1/1945) Nel marzo ebro di sole il grande arbusto in mezzo al prato si coprì di gialli fioretti: le novelle accese rame salenti e ricadenti con superba veemenza di getto dànno raggi e barbagli a mirarle; e tu quasi odi scroscio di fonte uscir da loro; […]

Ritorno per un dolce Natale

Ritorno per un dolce Natale (Ada Negri Lodi 3/2/1870 – Milano 11/1/1945) Disse la madre: lasciate socchiusa la porta, ch’egli verrà. Fu lasciata socchiusa la porta: egli entra, disceso dall’eternità. Per strade di neve e di fango gli fu guida la stella in cammino nei cieli sol quando rinasce, dentro una stalla, Gesù Bambino. Riaccosta […]

Vai alla barra degli strumenti