Temo i tuoi baci, mia dolce fanciulla

Temo i tuoi baci, mia dolce fanciulla
(Percy Bysshe Shelley Field Place, Sussex, Regno Unito 4/8/1792 – Viareggio, LU 8/7/1822)

Temo i tuoi baci, mia dolce fanciulla,
Tu non temere i miei;
Profondamente il mio spirito è oppresso
Per opprimere il tuo.

Temo il tuo viso, la tua voce, i tuoi gesti,
Tu non temere i miei;
E’ innocente l’affetto del mio cuore
Con cui adoro il tuo.

Dello stesso autore: Dedica a MaryDomaniFilosofia dell’amoreIl tempo passatoSerenata indianaTempo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti