A metà febbraio

A metà febbraio
(Rosita Copioli n. a Riccione, RN nel 1948)

È a metà febbraio
che i merli iniziano
tra i vapori sulla terra rugosa
prima dell’alba a sorpresa
canti arricciolati gorgheggi
in sordina, prove
sotto tono,
loro, che sono così sfacciati.
Ma pochi giorni bastano
aumentano il volume
come le grasse gemme
verdi dei narcisi sfrecciano
dai bulbi forando
una terra crepata, fossile,
regredita nei geli,
sprigionano gorgogli
sempre più sonori
come da bulbi lucenti
di carbone fossile,
non è ancora marzo, e sono
fanfare, araldi, bande, quartetti
slanciati insolenti
questi bardi
scatenati
della primavera.

(Da: Il postino fedele, 2008)

Della stessa autrice: L’amore dell’amoreSe dev’essere eguaglianza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti