Una lettera

Una lettera (Amrita Pritam Gujranwala, Pakistan 31/8/1919 – Delhi, India 31/10/2005) Io – Un libro in soffitta. Forse una convenzione o un innario. O un capitolo del Kama Sutra, o un incantesimo per intime afflizioni. Ma pare che non sia nessuno di questi. (Se lo fossi, qualcuno mi avrebbe letto). Parrebbe che a un’assemblea di […]

Svalutazione

Svalutazione (Donizete Galvão Borda da Mata, Minas Gerais, Brasile 24/8/1955 – San Paolo, San Paolo, Brasile 30/1/2014) Da oggi in poi non guadagnerai il pane con il sudore della tua fronte. Non avrai più bisogno di fronte. Né di sudore. Né di un corpo. Da oggi in poi la macchina imperfetta dei tuoi muscoli sarà […]

Il libro del vento

Il libro del vento (Armando Tejada Gómez Mendoza, Argentina 21/4/1929 – Buenos Aires, Argentina 3/11/1992) La mia canzone è un libro che si scrive nel vento e una stampa indelebile -la chitarra del popolo-, lungo tutta l’America lo stampa all’aria aperta. Dopo, di bocca in bocca, come parola d’ordine, va tra gli uomini, attraversa le […]

Del tiranno

Del tiranno (José Martí L’Avana, Cuba 28/1/1853 – Rio Cauto, Cuba 19/5/1895) Del tiranno? Del tiranno dì tutto, dì di più! E inchioda con furia di mano schiava sopra il suo obbrobrio il tiranno. Dell’errore? Ah, dell’errore dì l’antro, dì i viottoli tenebrosi: dì quanto puoi del tiranno e dell’errore. Della Donna? Ebbene, può darsi […]

Terezín

27 gennaio: Il Giorno della Memoria Terezín (Hanuš Hachenburg Praga, Repubblica Ceca 12/7/1929 – Auschwitz, Polonia 10/7/1944) Una macchia di sporco dentro sudicie mura e tutt’attorno il filo spinato 30.000 ci dormono e quando si sveglieranno vedranno il mare del loro sangue Sono stato bambino tre anni fa. Allora sognavo altri mondi. Ora non sono […]

La morte degli uccelli

La morte degli uccelli (François Coppée Parigi, Francia 26/1/1842 – Parigi, Francia 23/5/1908) La sera, accanto al fuoco, certe volte io penso all’uccello che muore solo nel bosco immenso. Fuori l’inverno triste conduce i suoi giorni assonnati e i poveri nidi deserti, i nidi ormai abbandonati, ondeggiano al vento nel cielo ch’è un eterno grigiore. […]

L’analfabeta politico

L’analfabeta politico (Bertolt Brecht Augusta, Germania 10/2/1898 – Berlino, Germania 14/8/1956) Il peggiore analfabeta è l’analfabeta politico. Egli non sente, non parla, nè s’importa degli avvenimenti politici. Egli non sa che il costo della vita, il prezzo dei fagioli, del pesce, della farina, dell’affitto, delle scarpe e delle medicine dipendono dalle decisioni politiche. L’analfabeta politico […]

Bacio – paesaggio

Bacio – paesaggio (Stanisław Grochowiak Leszno, Polonia 24/1/1934 – Varsavia, Polonia 2/9/1976) Erravo nel bosco dei tuoi capelli – erbe E il pianto scoprivo. E scendevo più in basso Sulle bianche nevi della fronte invernale, Dove il pianto era cessato, e c’era l’ombra dei candelieri. Poi visitavo i ricordi del tuo volto, Sempre più vicino […]

Ancora oggi

Ancora oggi (Bilhana n. nel Kashmir, India nell’XI sec.) Ancora oggi, se rivedo lei dal volto simile alla Luna, nel principio della giovinezza, coi seni ricolmi e la pelle bianca, con le membra estenuate dal fuoco delle saette d’Amore, il mio corpo è percorso da un fremito, bevo la sua bocca stringendola fra le braccia, […]

Dire piano

Dire piano (Else Lasker-Schüler Elberfeld, Germania 11/2/1869 – Gerusalemme, Israele 22/1/1945) Tu ti prendesti tutte le stelle Sul mio cuore. I miei pensieri si increspano, Io devo danzare. Tu fai sempre quello che mi fa guardare in alto, Stancare la mia vita. Non posso più sopportare La sera sopra le siepi. Nello specchio dei ruscelli […]

Vai alla barra degli strumenti