La giovinezza chiama la vecchiaia

La giovinezza chiama la vecchiaia
(Dylan Thomas Swansea, Regno Unito 27/10/1914 – New York, USA 9/11/1953)

Anche tu hai visto il sole, un uccello di fuoco,
Avanzare sulle nuvole nel cielo dorato,
Hai conosciuto l’invidia dell’uomo e le sue fragili passioni,
Hai amato e perduto.
Tu, che sei vecchio, hai amato e perduto come me
Tutto quello che è bello ma nato per morire,
Hai tracciato i tuoi segni nell’incalzante gelo.
E hai passeggiato di notte sulle colline,
Ti sei scoperto il capo sotto il cielo vivo,
A mezzogiorno hai camminato nella luce,
Assaporando la mia stessa gioia.
Ci separano anni, ma non conta: la giovinezza
Chiama l’età attraverso gli anni stanchi:
«Che hai trovato, – le grida, – che hai cercato? »
«Quello che tu hai trovato», – risponde la vecchiaia lacrimando. –
«Quello che tu hai cercato».

(Da: Poesie inedite)

Dello stesso autore: Pranzo da MussoliniQuesto pane che spezzoQui in primavera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti