E’ una luce incerta

E’ una luce incerta
(Gabriella Gianfelici n. a Roma nell’ottobre del 1954)

E’ una luce incerta
quella che mi accoglie.
Ceppi silenziosi
mi guardano:
attendono luce accecante.
Dagli abissi più neri
risalgono sogni e macchie,
lampi nel buio
aprono squarci illuminati.
Profumo di muschio e legna
e terra
odore che mi rende terrena
più che mai
mentre mi districo
sulla riva del mattino.

7 ottobre 2002

Della stessa autrice: Le parole delle donne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *