Il cuore mi duole per una grande pena

Il cuore mi duole per una grande pena
(Beatrice de Dia, conosciuta come la Contessa di Dia Die, Alta Provenza, Francia 1140 ca. – ?)

Il cuore mi duole per una grande pena
per un cavaliere che ho perduto
e che questo sia risaputo, ora e sempre
che l’ho soddisfatto oltre la morte e la follia.
Ora sono da lui tradita,
come se il mio amore non fosse abbastanza
anche se l’ho appagato giorno e notte
a letto, e tutta vestita.

Il mio cavaliere, io lo vorrei
tenere una sera tra le mie braccia nude,
per bearlo e appagarlo
gli farei da cuscino,
perché di lui sono molto infatuata
più di quanto lo fosse Florio di Biancofiore:
io gli concedo il mio cuore e il mio amore,
la mia mente, i miei occhi, e la mia vita.

Mio bell’amico, valoroso e dolce,
quando sarete in mio potere
distesi uno accanto all’altro sul letto
a diposizione dei miei baci amorosi,
colma di grande gioia
vi terrei al posto di mio marito
cosi che non potrete rifiutarvi
di far tutto ciò che io desidero.

Della stessa autrice:
Son caduta in un grave tormento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *